IPERCULTURA HOMEPAGE


ipercultura, crocevia di culture, arti e scienzeipercultura, crocevia di culture, arti e scienzeipercultura, crocevia di culture, arti e scienzeipercultura, crocevia di culture, arti e scienze


Ipercultura è anche su Facebook.

INTERDISCIPLINARITÀ E IPERCULTURA: LE NUOVE MODALITÀ DELLA CONOSCENZA NELL’ERA DELLA RETE

L’aumento esponenziale delle informazioni facilmente accessibili tramite le nuove tecnologie ha consentito sin dalla nascita di Internet una maggiore possibilità di integrazione tra discipline fisiche, biologiche e umane, che in passato sembravano senza alcuna relazione tra loro. Così ad esempio lo studio del clima nell’antichità si rivela sempre più di grande aiuto nel far luce su tanti mutamenti storici ancora poco chiari, e le analisi delle opere d’arte – tanto per fare un altro esempio – con le tecnologie più sofisticate, permettono di scoprire dettagli nascosti che svelano tanti altri aspetti prima ignorati della personalità dell’artista, del suo stile, dei metodi di lavoro, ecc. Questa interdisciplinarità tra ambiti differenti dello scibile può forse venir definita più adeguatamente con il termine di “ipercultura”, come suggerito da alcuni autori – come ad. es. Pierre Levy – che hanno osservato un parallelo con la funzione informatica di “ipertesto”, ossia la possibilità per l’utente di “saltare” tramite un link inserito nel testo ad un argomento strettamente collegato (ad. es. Linux –> Open Source, ecc.). Questo sito si propone appunto di seguire questa filosofia e la relativa metodologia nel campo delle scienze umane: la storia, la filosofia, l’arte, la letteratura, ecc.

Sito partner:

Sicilia Turistica insolita e sconosciuta




Avvertenza. Questo sito – ipercultura.altervista.org – non è interessato ad alcuna profilazione essendo nato solo per scopi culturali. Gli unici cookie utilizzati sono quelli tecnici per il buon funzionamento del sito medesimo. Potrebbero comunque esserci strumenti di terze parti (ad es. di chi fornisce lo spazio web) che possono monitorare il sito, indipendentemente dalla volontà e responsabilità del webmaster. Per maggiori informazioni consultare la voce “privacy policy” (link a fondo pagina).
Questo sito non è un “prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare”, poichè gli aggiornamenti sono effettuati senza scadenze predeterminate o regolari. Tutti gli articoli presenti in questo sito sono già stati pubblicati e possono essere reperiti in formato cartaceo anche presso le maggiori biblioteche italiane. Gli articoli senza firma sono di Ignazio Burgio. Tutti i contributi esterni (articoli, segnalazioni di eventi, comunicati stampa, ecc.) si intendono a titolo esclusivamente gratuito. Per evitare di incorrere in errori le recensioni vengono riportate esclusivamente dietro segnalazione alle e-mail del sito medesimo, a discrezione dell’unico curatore e responsabile. Eventuali richieste di rettifiche (da far pervenire esclusivamente all’email ipercultura.info@gmail.com) saranno evase quanto prima, confidando nella reciproca pazienza e collaborazione. In ogni caso – come è ormai consuetudine dire – si declina ogni responsabilità circa la correttezza di tutte le notizie riportate. Le immagini (quando non diversamente indicato) sono generalmente di pubblico dominio e non coperte da diritti, come esplicitamente dichiarato nei siti da cui sono state prelevate. Sin da ora si ringraziano tutti coloro che tramite la posta elettronica inoltreranno commenti, critiche, correzioni, suggerimenti e quant’altro possa essere utile per migliorare il sito stesso.


Webmaster di ipercultura.altervista.org: Ignazio Burgio



Privacy policy

Tributo alla stupidità dei motori di ricerca. Il mio plugin per motori di ricerca mi suggerisce che per indicizzare al meglio questo articolo devo inserire almeno -5- volte (!) la frase chiave “Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze”. Dunque al fine di evitare che possa indicizzare male se non trova la frase Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze penso che sia opportuno inserire un certo numero di volte la frase Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze all’interno di questo testo. Ma al fine di non banalizzare lo stile di questo articolo (assolutamente non commerciale) ripetendo fino alla noia la frase Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze, ritengo sia meglio aggiungere alla fine la medesima frase – appunto Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze – nascondendo tutto alla vista dei pazienti lettori. Spero che in tal modo il mio plugin sia soddisfatto di aver trovato la frase in questione – Ipercultura: crocevia di culture, arti e scienze, ovviamente – e non si lagni più. E spero che i lettori non leggano mai questo testo, perché è perfettamente inutile.